Verde cortina

L’Observation Point Alpha, il punto più caldo della vecchia frontiere tra le due Germania. Foto di Ignacio Maria Coccia.

L’Observation Point Alpha, il punto più caldo della vecchia frontiere tra le due Germania. Foto di Ignacio Maria Coccia.

Nel 2014 io e il fotografo Ignacio Maria Coccia effettuammo un viaggio lungo l’ex cortina di ferro, la linea che scindeva in due l’Europa al tempo della Guerra fredda.

Seguimmo il vecchio confine tra le due Germanie, quello tra Germania e Repubblica Ceca, quelli tra Austria, Repubblica Ceca, Slovacchia e Slovenia, e infine quello italo-sloveno.

Scrivemmo un reportage a puntate per l’Huffington Post, poi pubblicammo un libro. Fu un’esperienza molto interessante. Viaggiammo in un momento storico in cui i concetti di Europa e di frontiere non erano così sotto pressione. Non ancora. Percepimmo però, in alcuni tratti di quella vecchia linea militarizzata, disparità economiche, salti culturali e frustrazioni, oggi amplificate da una certa retorica.

Il confine non significa solo immigrazione. Il confine è un concetto in cui tutti noi, in un modo o nell’altro, ci specchiamo quotidianamente. Fu questa la lezione principale che appresi da quel viaggio. Qui di seguito trovate l’ultimo dei dodici articoli per l’Huffington, al termine del quale sono linkate tutte le altre puntate del reportage.

https://www.huffingtonpost.it/2014/04/23/a-gorizia-e-trieste-reportage-verde-cortina_n_5198602.html?utm_hp_ref=it-verde-cortina