Storie kosovare

In Kosovo c'ero stato nel 2007, qualche mese prima della proclamazione d'indipendenza del 17 febbraio 2008. Ci sono tornato a inizio febbraio per raccontare il Kosovo odierno, a dieci anni anni dalla sua nascita, come Stato. Sarebbe facile dire che questo è un Paese che non funziona. E basta poco per arrivare a una tale conclusione. Eppure, non ho cercato questo. O solo questo. Mi sono voluto concentrare molto sul dialogo, perché in fin dei conti albanesi e serbi devono trovare il modo di coesistere, è inevitabile. A maggior ragione mentre sullo sfondo il processo è chiaro, per quanto accidentato: Belgrado e Pristina stanno trovando un accordo sullo status del Kosovo (e non è da escludere che la prima riconosca la seconda).

Questo viaggio è stato anche un confronto con me stesso. Il giornalista quarantenne e quello trentenne. Il primo un po' più concreto, con la storia già in testa. Il secondo più esuberante e curioso, ma meno maturo. 

Da questa trasferta sono nate diverse storie per la radio e la televisione della RSI, più altre - scritte o multimediali - firmate con il collega Giorgio Fruscione, che mi ha accompagnato in questo viaggio. Di seguito potete trovare tutti i servizi realizzati. 

TV

Mitrovica, la città divisa 
Serbi nei quartieri nord, albanesi in quelli sud. In mezzo il fiume Ibar, frontiera interna del Kosovo. A dieci anni dall'indipendenza, Mitrovica rimane fonte di tensione. Ma qualche tentativo di dialogo c'è. 

16 febbraio, TG | Vai al servizio 


Questa foto è stata usata come copertina per il servizio che Giorgio Fruscione ha firmato, sullo stesso argomento, per Il Venerdì di Repubblica.

Gracanica, l'albergo multietnico
Nella più grande delle enclave serbe sorge un hotel ecologico e multietnico. I titolari sono l'ex diplomatico svizzero Andreas Wormser e due rom. 

17 febbraio, TG | Vai al servizio 

 

RADIO

Le due Mitrovica 
Un tempo multiculturale e ricca, oggi divisa e povera. Interviste a giornalisti, giovani, analisti, militari NATO e membri di ONG. Un documentario da 25 minuti sulla città più complicata del Kosovo. 

13 febbraio, Laser | Vai al doc


Sequenza 03.00_01_19_23.Immagine001.jpg

La fabbrica serbo-albanese
A Klina, nel Kosovo occidentale, alcune donne serbe e albanesi hanno creato una cooperativa per l'allevamento di suoni e la produzione di carni. 

16 febbraio, RG | Vai al servizio
(dal minuto del 13' 19'' del link)


Giovani contro la resa
Paese giovane. La metà della popolazione ha meno di trent'anni. Paese povero: non c'è lavoro. Si può emigrare, ci si può arrendere o si può resistere. Al Termokiss, centro culturale autogestito di Pristina, si è scelto di resistere. Le ragazze che animano questo spazio, una ex fabbrica, raccontano la situazione giovanile in Kosovo. 

17 febbraio, RG | Vai al servizio (dal minuto 12' 19'' del link)


TESTO E MULTIMEDIA

Diario da Mitrovica
Il ponte nuovo, fotogramma chiave di Mitrovica; il caso Oliver Ivanovic; il Besimisao, rifugio culturale dei ragazzi di Mitrovica nord; qualche storia di dialogo e cooperazione. Quattro reportage, a cura mia e di Giorgio Fruscione, in presa diretta dalla città divisa dei Balcani. Uno speciale per EastWest, il sito di politica internazionale diretto da Luigi Spinola.


Works United Women Across Kosovo's Ethnic Divide
Un lungo reportage e due video per raccontare, su Balkan Insight, la storia della Cooperativa Eva: donne serbe e albanesi-cattoliche che hanno creato un impianto per la macellazioni di carni suine e che, attraverso il lavoro, creano le condizioni per riattivare un dialogo interrotto dalla guerra. 

Video 1 | Dalla stalla al prodotto finito. A tu per tu con Tone, la vice presidente albanese della Cooperativa Eva. "Sappiamo cos'è accaduto in passato, ma il passato non si ripete sempre uguale a se stesso". 

Video 2 | "Tutte le donne dovrebbero seguire il nostro esempio, bisogna essere coraggiose e lavorare in un ambiente multietnico". Parla Tatjana, la presidente della Cooperativa. 


Il college multietnico
Serbi e albanesi studiano insieme. Stesse classi, stesse lezioni. Succede all'International Business College di Mitrovica. Un reportage per il sito della RSI