Storia di Nadia

Nel 2015, d'estate, ho fatto un viaggio di due settimane in Europa Centrale. Ho raccolto diverse storie, tra le quali quella dei profughi ucraini in Polonia. Per via della guerra, decine di migliaia di cittadini dell'ex repubblica sovietica si erano spostati oltre confine. Molti sono restati. Hanno cercato di rifarsi una vita in Polonia, non potendo o non volendo tornare in Ucraina. 

Tra le situazioni che vidi due anni fa, ci fu quella del centro profughi di Targowek, a Varsavia, dove risiedono molte donne con minori al seguito. Tra loro c'era Nadia, fuggita dal Donbass. La sua era una storia toccante, che raccolsi senza mai usarne però la versione integrale. L'ho fatto l'altro giorno, montandola e doppiandola per Balkania, una trasmissione radiofonica online ideata, prodotta e condotta da Marcello Cella. L'intervista a Nadia - qui di seguito - andrà in uno speciale che Marcello dedica interamente alla Polonia e al quale ho dato volentieri una mano con questo e altri audio.