Varsavia, 1939

Nel 1939 il dottor Benjamin Gasul, un pediatra nato in Lettonia da famiglia ebraica e successivamente emigrato negli Stati Uniti, fu invitato in Russia per una serie di conferenze. Filmò in 16 mm il suo viaggio. Passò anche per Varsavia, dove riprese il quartiere ebraico. Al link qui di seguito è possibile vedere le immagini. 

https://collections.ushmm.org/search/catalog/irn1004072

Poco dopo il passaggio di Gasul, avvenuto a giugno, presumibilmente, la Germania di Hitler invase la Polonia e negli anni successivi rase al suolo la sua capitale e fece scomparire dalla storia quasi tutti i tre milioni di ebrei che vivevano nel Paese (350000 nella sola Varsavia). 

Le riprese del dottor Gasul, così, sono una testimonianza importante della vita degli ebrei di Varsavia: una delle ultime, prima del grande buio. Le ho usate per il documentario che sto producendo per la RSI sulla comunità ebraica della capitale polacca. Il file è amministrato dallo United States Holocaust Memorial Museum, nella collezione Steven Spielberg Film and Video Archive. Per richiederlo ho dovuto soltanto firmare un modulo, in cui ho indicato il motivo della richiesta e lo scopo finale. Per molti altri file video non c'è invece nemmeno copyright. Lo stesso vale per quelli fotografici custoditi sempre presso questa struttura: vera e propria miniera per chi fa giornalismo video, dunque, e si deve occupare di Olocausto e storia ebraica.